Ma se io ho un bel sito non è sufficiente?

Posted by in-asset
28 September 2016 |

Avere un sito moderno, correttamente indicizzato sui motori di ricerca ed essere presente sui canali di Social Network, è sicuramente un passo imprescindibile per una corretta presenza online.
Tuttavia questo rappresenta il primo di una serie di passaggi che, se non adeguatamente pianificati, possono rendere inutile l’essere approdati con una grafica accattivante nel web o essere registrati su tutti i principali canali social ad oggi presenti vanificando, di fatto, l’investimento sostenuto.

Un sito internet non deve essere un semplice specchio per le allodole ma deve offrire contenuti interessanti per riuscire ad attirare le utenze e a trasformarle in possibili clienti.
Offrire contenuti significa andare oltre alle classiche pagine statiche “chi siamo”, “cosa facciamo” e “contatti”.
Significa abbandonare la concezione del sito vetrina in favore di una piattaforma dinamica, in grado di offrire un valore agli utenti che ne esplorano le pagine, dando un vantaggio a loro prima ancora di trarne per sé.

Questo perché il vantaggio immediato più grande è riuscire ad essere percepiti come utili dal nostro possibile cliente, cosa che non è più possibile raggiungere con frasi come “azienda storica che opera dall’anno tal dei tali” o “offre un servizio a 360 gradi” o “leader di mercato”. Queste parole sono ormai vuote, abusate e quindi non rilevanti.

Siamo autorevoli se sappiamo dare al nostro possibile cliente ciò che cerca: un’informazione contenuta in un articolo del nostro blog, che sappia farsi leggere volentieri, un file scaricabile gratuitamente che può essergli utile nel lavoro quotidiano, una news in anteprima.
Offrire contenuti significa tutto questo ed è un’attività vitale che deve essere fatta sul sito aziendale così come sui canali di Social Network, scegliendo quelli più idonei alla nostra identità, scegliendo il tono con cui dialogare, definendo un piano editoriale.